Approfondimenti

Studi, riflessioni e progetti della Rete

Ddl Zan Senato

Le donne, principale bersaglio dei discorsi d’odio

Il rapporto pubblicato dalla Fondazione Pangea Onlus nel 2019 presenta i risultati di un monitoraggio su media e social network con lo scopo di analizzare come le donne, e in particolare le rifugiate, vengono rappresentate nei mezzi di comunicazione e se siano bersaglio di linguaggi d’odio. Un altro riferimento da citare è il Barometro dell’Odio, realizzato da Amnesty International nel periodo mar...

Leggi tutto

Il ruolo della media education nel ridurre l’odio online

In un articolo pubblicato sul sito di Treccani, la Dott.ssa Alessandra Vitullo spiega l’importanza della media education e di come attraverso l’educazione digitale si possono fornire ai giovani le giuste competenze per utilizzare i contenuti in rete, individuando fake news e linguaggio di odio.

leggi tutto